Se usare il cellulare non fa male, anche l’amianto è un pericolo trascurabile

Applicare il principio di precauzione quando il dubbio è più forte dell’evidenza Ha suscitato parecchio clamore la notizia che un giudice del tribunale di Ivrea abbia riconosciuto l’invalidità, dovuta all’insorgenza di un tumore benigno al cervello, a un dipendente di un’azienda che per anni ha fatto uso del cellulare per ragioni lavorative. Per la prima volta,…

Felicità è star sotto un albero

Analisi delle assurdità che emergono dall’ultimo rapporto ONU sulla Felicità Tra i litigi da guerra fredda e i bombardamenti da battaglia calda, ha attirato la mia attenzione negli ultimi giorni la notizia, passata un po’ in sordina, del piazzamento italiano al 48° posto dell’indice mondiale di felicità (World Happiness Index) delle Nazioni Unite. Il Belpaese…

TAP, TAV, RSPO, FSC, DISMO & Co.

Il NIMBY (ovvero la sfiducia ecologica) che si nasconde dietro un acronimo Il processo è semplice e collaudato: l’azienda (solitamente una multinazionale, nel senso che prova a commercializzare il suo marcio – non il suo marchio – in varie parti del mondo) individua il politico corrotto di turno e l’associazione ambientalista connivente, offre loro un…

Tutta un’altra pasta…

Se c’è qualcosa che rappresenta, più di molte altre, l’Italia nel mondo, questa è certamente la pasta. Più della moda d’esportazione, del calcio in streaming, del cappuccino e persino più della pizza, la pasta è un vessillo noto quanto il tricolore. Evviva la pasta, tutti la mangiano, tutti la vogliono. Non la pâtes francese con…

Il virus che ha infettato scienziati e giornalisti

C’è un virus che ha infettato due delle più importanti categorie di lavoratori moderni: coloro che studiano il mondo, ovvero gli scienziati, e quelli che ne raccontano la quotidianità, ovvero i giornalisti. È un virus contagioso che si diffonde prevalentemente con lo sviluppo tecnologico. Si alimenta di informazione per generare altra informazione. Ha bisogno di…

Se l’ambientalismo fa male all’ambiente

Forse siamo già assuefatti a una società commerciale fondata sul prefisso ingannatore (eco-incentivi, eco-rottamazione, bio-degradabili, bio-compatibili, green-economy, green-architecture, etc.). Eppure dovrebbe apparirci paradossale quanto l’uso comune delle parole create ad hoc dal marketing possa veicolare un messaggio completamente antitetico rispetto alla suo obiettivo (green-washing, appunto). Comprare un’auto nuova ci appare un’azione sostenibile dal momento che ci…

Il Paese che odia la scienza

L’annoso dibattito riguardante la sperimentazione animale ha raggiunto, ormai, lo status di battaglia ideologica. In questa lotta senza pari tra favorevoli e contrari coloro che davvero ne escono perdenti sono proprio gli animali e i malati. I primi perché, come ovvio, subiscono una sperimentazione non consenziente, finanche l’uccisione (o “sacrificio” come preferiscono definirlo gli sperimentatori…

Al lupo, al lupo

I paradossi della civiltà   Mi sembrava d’obbligo avviare questo appuntamento settimanale con la rubrica “I paradossi della civiltà”, che sarà online su Villaggio Globale ogni venerdì a partire da oggi, con un’annosa questione: lupo sì o lupo no. Ovvero, un Homo che si ritiene doppiamente sapiens sarà mai in grado di convivere con altri…

REPORTAGE: Altai, il regno del leopardo delle nevi

Questo sito patrimonio dell’Unesco, poco noto al turismo di massa, è uno scrigno di bellezze e peculiarità Ci sono zone del pianeta dove la Natura sembra essersi divertita a sperimentare, mescolare e combinare insieme differenti elementi biologici, geologici e antropologici creando uno scrigno di diversità unico e straordinario. Una di queste aree è certamente la…

FERRERO, NON È VERO: l’olio di palma sostenibile non esiste!

Nella Nutella c’è lo stesso olio che distrugge le foreste tropicali “Come tutti gli oli vegetali di qualità, il nostro olio di palma è sicuro, proviene da frutti spremuti freschi, da fonti sostenibili ed è perfetto per esaltare il gusto dei nostri prodotti e renderli così cremosi. Perché sì, ogni scelta che facciamo in questa…

Come una tazzina di caffè o di tè, una merendina e un cioccolatino al giorno stanno distruggendo la Terra

Il consumo di prodotti agricoli tropicali minaccia la biodiversità Sempre più evidenze mostrano il pesante impatto del mercato agricolo tropicale sulla Natura In una recente revisione della letteratura scientifica dal titolo “Agricultural expansion and its impacts on tropical nature”, William F. Laurance e colleghi (Trends in Ecology & Evolution February 2014, Vol. 29, No. 2)…

Gli impatti dei mutamenti climatici sulla diversità biologica

Gli scienziati ne parlano da molto tempo ormai e lanciano inascoltati allarmi: il clima sta cambiano e le cause sono prevalentemente antropogeniche. I politici (e buona parte dell’opinione pubblica) per decenni han fatto orecchie da mercante. Ora, però, che gli effetti di questi mutamenti sono sotto gli occhi di tutti, nessuno può più ignorarli. Certo,…

L’olio di palma sostenibile non esiste!

Dichiarare che possa esistere un olio di palma sostenibile, come sta facendo in queste settimane la neonata Unione Italiana per l’Olio di Palma Sostenibile, è come asserire che possa esserci una produzione di energia da carbone che non sia inquinante. Infatti, con “olio di palma sostenibile” s’intende un olio prodotto senza tagliare le foreste, che ha…

Tecnologica-mente vs. Distruttiva-mente

In vista della preparazione di questo articolo per il nuovo numero di Villaggio Globale Trimestrale, riflettevo su quale potesse essere il vero significato dell’espressione “sviluppo tecnologico”. Siamo davvero sicuri di sapere di cosa parliamo? Siamo certi di non esser stati sopraffatti dallo strapotere della tecnica e di non aver perso più di quanto abbiamo guadagnato?…

Mangio, quindi uccido: i limiti dell’ignoranza ecologica

Un mio affezionato lettore mi ha segnalato l’articolo pubblicato sul blog “Effetto Risorse” dal titolo provocatorio “Mangio, quindi uccido: i limiti del vegetarianismo“. Chiedendo il mio parere in merito a quanto scritto, mi ha posto alcune domande alle quali ho ritenuto di dover dare una risposta pubblica, considerato l’interesse generale sull’argomento. Mi ha colpito molto una frase…

Il problema di Davide non si risolve abbattendo Golia, ma educando i Filistei

Lettera aperta a Milena Gabanelli (Report) sull’abbattimento selettivo della fauna   Cara dott.ssa Milena Gabanelli, per una volta, a mio modesto parere, si sbaglia. Nel suo eccellente programma e nella sua impeccabile attività d’indagine giornalistica, che svolge ormai da anni (ricordo, tra tutte, l’importantissima puntata “Che mondo sarebbe senza…”), ritengo che abbia commesso un errore…

Basta assurdità, vi prego, sull’olio di palma!

Il convegno alla Camera con Russo, Capua, Barilla & co. commentato (senza peli… sull’orango) Premessa: l’articolo che segue potrebbe urtare la suscettibilità di qualcuno per il linguaggio privo di filtro mente-bocca (ovvero cervello-tastiera) che è stato utilizzato, per la scurrile schiettezza, per la rabbiosa esposizione dei fatti accaduti e per la presenza di personaggi da…

Un paradiso perduto per colpa nostra

Indonesia – Reportage dal regno della bellezza e dell’inferno [ENGLISH VERSION] Una rasoiata nel cuore. Non c’è altra sensazione per descrivere la vista dall’alto di interi arcipelaghi pelati, come fossero patate. Privati della loro rigogliosa vegetazione e della loro incredibile biodiversità. Per farne cosa poi? Armadietti occidentali ed oli vegetali di scarsa qualità per i…

Non crediamo in Altroconsumo!

Il bio fa bene per una semplice ragione: non è contaminato! La voglia di scoop annebbia la mente di chi dovrebbe informare i “consumatori” e distorce i messaggi che vengono forniti su importanti testate nazionali. Questa volta è la nota rivista “Altroconsumo” a spararla grossa e a titolare la copertina del numero 295 di settembre…

Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane: proprio di cattivo gusto!

Anche l’AIDEPI tenta di ripulire l’immagine dell’olio di palma con messaggi fuorvianti   In molti avranno notato in questi giorni sulle riviste e i quotidiani italiani una pagina pubblicitaria promossa dall’Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane (AIDEPI) in cui si tenta, ancora una volta, vergognosamente, di ripulire la luridissima reputazione dell’olio di…

Test su rifiuti radioattivi in Puglia?

Tanti dubbi sul progetto Itea-Sofitner a Gioia del Colle (BA)   Con DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 giugno 2014, n. 1321 la Regione Puglia ha finanziato ITEA S.p.A., Centro Combustione Ambiente S.r.l. ed Ansaldo Nucleare S.p.A. attraverso il PO FESR 2007‐13 “Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese da concedere attraverso Contratti di…

La foreste tropicali si son messe a dieta e perdono biomassa

L’interazione tra deforestazione e mutamenti climatici ha effetti catastrofici Uno dei principali problemi che affliggono le foreste tropicali è la deforestazione. Un recente studio che ho coordinato in Africa con l’Università della Tuscia e il Centro Euro-Mediterraneo sui Mutamenti Climatici (Cazzolla Gatti R. et al., The impact of selective logging and clearcutting on forest structure,…

Logica (e illogica) della dialettica ecologica di Papa Francesco

Da non credente (almeno in una divinità sancita dalle religioni) e da sbattezzato, ho voluto comunque leggere per intero il tanto atteso testo papale ecologista, perché in molti si sono espressi prima della sua pubblicazione basandosi su estratti e rivelazioni, ma la portata di questa presa di posizione della Chiesa Cattolica ha importanza epocale e…

La politica della Nutella

L’antitalianità di Ségolèn Royal e l’antiecologia di Agenese Renzi su Nutella e olio di palma Qualche giorno fa il Ministro dell’Ambiente francese, Ségolène Royal, parlando della deforestazione causata dall’olio di palma durante una trasmissione televisiva, ha menzionato la Nutella come alimento da evitare perché prodotto con il dannoso grasso tropicale. Alla sua affermazione i politici…

Tutte le menzogne di Wired sull’olio di palma!

La rivista italiana tenta di alleggerire l’impatto di un disastro ecologico Non c’è mai stato un olio più al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica come quello prodotto dalla palma. Ne discutono programmi televisivi (per ultimo “Report” di Rai 3), associazioni ambientaliste, gruppi di consumatori e persino riviste di curiosità, più che di scienza. Proprio come la…